Pages

venerdì 18 marzo 2011

Un libro per sognare: "il giorno in più" di Fabio Volo

Oggi voglio proporvi una recensione sul libro di cui ho completato la lettura proprio ieri: "il giorno in più" di Fabio Volo...Edito Mondadori, il libro era tra le mie future letture da almeno un paio di mesi, ovvero da quando l'avevo comprato online sul sito http://www.libreriauniversitaria.it/..... L'ho sfogliato parecchie volte in questi mesi pregustandomi una lettura rilassata e riflessiva e così è stato. E' un libro da bere. Il protagonista, Giacomo, ha sempre viaggiato molto ma ultimamente ha una vita abitudinaria scandita da orari d'ufficio e tram da prendere quando, proprio lungo il tragitto quotidiano in tram, rimane affascinato da una ragazza che compie ogni giono il suo stesso percorso. Inizia a pensarla, sognarla  e desiderarla. Non conosce niente di lei eppure sente di esserne legato.. La sconosciuta farà la prima mossa invitandolo a bere un caffè ma comunicandogli che, di lì a breve, si sarebbe trasferita a New York... Giacomo ci pensa su e... Secondo voi cosa fa?... Il resto non lo scrivo perchè vorrei che anche voi leggeste il libro. Può sembrare una storia banale ma rimarrete piacevolmente colpite/i dall'ironia e dal "filosofare allegramente" che infarcisce l'intera storia... Vi posso solo dire che mi sono ritrovata simile ad alcuni personaggi dell'intreccio..."Mi sono sempre sentito come ad una festa a cui non ero stato invitato...": questa la frase che mi è rimasta impressa più di tutte...
Con il protagonista de "il giorno in più" ho viaggiato, ed ho rivisto luoghi  e ricordato profumi che avevo dimenticato o forse mai annusato...



11 commenti:

  1. Ottima recensione...Mi ha sempre incuriosita, da comprare quindi :)

    RispondiElimina
  2. Consigliato assolutamente:-)

    RispondiElimina
  3. Ciao Nina, già con una breve frase riportata, mi hai trasmesso la volontà di comprare questo libro.
    ""Mi sono sempre sentito come ad una festa a cui non ero stato invitato..."
    Mi sento piuttosto identificata ;)
    Grazie cara Nina di questa segnalazione.
    Buona giornata!
    Lara

    RispondiElimina
  4. Grande Fabio. E' un idolo perchè è proprio uno di noi.

    un bacio
    *Francesca*

    http://unblogacasoilmio.blogspot.com

    RispondiElimina
  5. @lara: e' un libro che si lascia leggere e che, anche se apparentemente sembra banale, infondo è tuttaltro...
    @francesca: è proprio un uomo che si lascia vivere...

    RispondiElimina
  6. mi piace molto il tuo blog!!:)

    mi farebbe piacere se ti aggiungessi tra i miei follower, e fammi sapere cosa pensi del mio blog!:D
    un bacio
    http://stylestarmjonas.blogspot.com/

    RispondiElimina
  7. Ciao Mjonas, grazie di essere passata da qui!!

    RispondiElimina
  8. Nina grazie della recensione! L'ho segnato tra i libri da comprare :)

    Ti rispondo qui al commento sul mio blog, in effetti ti capisco. Lo studio è una priorità anche per me e spesso devo rinunciare a molto di quello che vorrei fare per portarlo avanti. eh vabè :)

    RispondiElimina
  9. Ciao Keiko...Eh già peò mi sto rifacendo in questi giorni!!

    RispondiElimina
  10. Bella recensione, il libro l'ho letto divorandolo un paio di anni fa, è proprio un libro da bere.

    http://marsedintorni.blogspot.com/

    RispondiElimina
  11. Mi hai battuto sul tempo... Carino davvero!

    RispondiElimina