Pages

giovedì 2 dicembre 2010

Storia di un anello

Oggi ho rischiato di perdere un portafortuna di vecchia data: il mio anello! Non è un oggetto regalatomi da chissà chi e nemmeno mi ricorda un periodo della vita in particolare: semplicemente è un oggetto, mi si passi il termine, "carico di me stessa"!  In che senso? L'ho portato con me per circa dieci anni, ovviamente indossato; ha vissuto ogni mio delirio ed ogni mia gioia; l'ho portato ad ogni mio esame ecc...In definitiva è carico delle mie emozioni! Sarà stupido e probabilmente paradossale dare un tale significato ad un anello ma, per ciò che mi riguarda, le cose assumono un pò della personalità di chi li indossa...Mi sarei sentita un tantino nuda se non l'avessi ritrovato puntualmente, come succede ogni volta che lo perdo! Si, perdo l'anello almeno una volta all'anno e lo ritrovo sempre...Probabilmente nessuno è interessato a prender da terra un anello che evidentemente non ha valore economico...Ma eccolo:



Mi stupisce il fatto che non si sia frantumato quella volta che mio padre vi è salito sopra per sbaglio, oppure quella volta che l'ho messo sotto io!
Stasera dopo essermi messa il cuore in pace e detto tra me e me "Fatti un altro anello e non se ne possa parlare più!", l'ho trovato sul ciglio della strada, quella in cui abita mia madre! Che cavolo ci faceva lì? Ha le gambe?!
Alla prossima puntata, così magari vi racconterò se troverà l'anima gemella e finalmente deciderà di lasciarmi per andare da una padrona più ordinata e meno casinista...


9 commenti:

  1. dai che bello! mi piace l'anello di per sè ma mi piace molto anche la storia dell'anello smarrito che però ritrova sempre la strada di casa :)
    a me è successo con una catenina...la persi e la ritrovai alla stazione vicino a dove parcheggiavo il motorino! non ci potevo credere! notte notte

    RispondiElimina
  2. @milla: già, è un anello che trova sempre la strada di casa!

    RispondiElimina
  3. Nina ti dico solo che sono ancora alla ricerca di un paio di orecchini che ho perso...che balls!
    Io scriverei un trattato sulle solitudine delle cose perse...me le immagino lì in qualche posto tutte sole...


    Http://train-of-thoughts-magnolia.blogspot.com

    RispondiElimina
  4. tu e il tuo anello siete proprio destinati!

    www.baselements.blogspot.com

    RispondiElimina
  5. oh ma sei molto fortunata!?

    RispondiElimina
  6. @magnolia: Secondo me c è un posto tipo "il cimitero dei libri dimenticati" del celebre romanzo di Zafòn, dove vanno a finire tutti gli oggetti mai più ritrovati!!
    @moringhoney: poveraccio questo anello!
    @Kia: per quanto riguarda il ritrovamento dell'anello pare di si!

    RispondiElimina
  7. di sicuro non ti lascerà!
    è davv un fedele portafortuna ;)...resistere ad un doppio "schiacciamento" non è cosa da tutti e poi : è proprio bello!
    emme

    RispondiElimina
  8. ci sono oggetti che spariscono subito e altri che spariscono ma si fanno sempre ritrovare... come se anche loro ci rincorressero e non ci volessero abbandonare

    RispondiElimina
  9. @emme: dopo il doppio schiacciamento potrà davvero resistere a tutto!
    bussola: sai che un pò lo penso anch'io?

    RispondiElimina